Come aprire un conto corrente online

Scritto da in data 22 luglio 2015

La procedura
Per aprire un conto on line il primo step da seguire è quello di vagliare le varie proposte che si trovano facilmente su pagine comparatrici come per esempio www.facile.it/conti-correnti/risultati/zero-spese.html avendo in questo modo un quadro preciso e completo per confrontare quali sono i servizi offerti inclusi, quali quelli a pagamento e se la proposta della banca soddisfa le vostre esigenze.
E’ importante infatti conoscere prima la policy di una banca on line ed eventualmente aver maggiori chiarimenti contattando il servizio clienti o contact center, che potrà anche aiutarvi nell’apertura del conto corrente on line.
Per aprire quindi il conto corrente on line bastano pochi semplici passaggi, facendolo sia on line che per telefono.
Si accede all’home page della banca e si segue la procedura secondo step predefiniti, iniziando dall’inserimento dei dati anagrafici e dei contatti (nome, cognome, email, numero di telefono, indirizzo di posta ordinaria, ecc).
A seguito dell’inserimento dell’anagrafica, la stessa banca on line vi proporrà dei questionari per capire entro quale tipologia di cliente entrare a far parte.
E’ importante infatti definire quale sarà la vostra utenza per esempio in base alle operazioni che vorrete effettuare, all’accredito dello stipendio, alla scelta di prodotti finanziari che potrete gestire sempre attraverso il conto on line.
I prodotti finanziari infatti potrebbero essere in aggiunta a quelli proposti dalla stessa banca, come per esempio obbligazioni, investimenti azionari, strumenti forex, fondi, ecc.
Questi ultimi potrete sceglierli nella fase di compilazione del vostro profilo.

I documenti necessari per aprire un conto on line
Terminata questa fase avrete realizzato l’attivazione del conto on line, alla quale dovrà seguire la produzione dei documenti necessari, che solitamente si possono inviare per posta ordinaria, per fax o per email scannerizzandoli.
Vi verrà richiesto un documento d’identità in corso di validità, il codice fiscale e, se avete un conto presso un’altra banca, vi potrebbero anche chiedere di comunicare l’IBAN del vecchio conto, oppure di effettuare un bonifico la cui cifra rimarrà comunque nella disponibilità del correntista.
Si tratta di una procedura ormai consueta che si può fare in tutta sicurezza per il nuovo utente.
Tutti i documenti trasmessi alla banca on line dovranno essere firmati dal nuovo correntista e, una volta verificata la completezza nella forma e nei contenuti, l’istituto provvederà a comunicare il nuovo IBAN, ad inviare il bancomat e le eventuali carte di credito richieste, i codici di accesso al conto più i PIN per i prelievi allo sportello, con le tutte le dovute precauzioni perché rimangano segreti e non tracciabili.

Aprire un conto corrente on line con delega
Se l’utente è impossibilitato a recarsi fisicamente presso un istituto bancario per aprire il conto può farlo delegando una persona fidata.
Dovrà dimostrare i motivi per cui è impossibilitato (malattia, causa di forza maggiore, ecc), allegare la fotocopia di un documento di identità valido, una dichiarazione sempre firmata dove l’INPS (nel caso dei pensionati) attesta la validità della delega in quanto ente che eroga l’indennità.

I vantaggi del conto on line
Una volta aperto il conto on line e dopo essere entrati in possesso dei vari PIN e codici di accesso, potrete cominciare a operare inviando bonifici, ricevendo denaro, eseguendo ricariche telefoniche e pagamenti delle utenze, monitorando i vostri investimenti e controllando tutti i movimenti in entrata e in uscita.
Non avrete più il problema delle lunghe file agli sportelli delle banche tradizionali e il vostro conto sarà disponibile h 24 per 365 giorni all’anno.
L’unica procedura in comune con la banca fisica sarà quella di prelevare il denaro agli sportelli bancomat abilitati.
Il successo dei conti corrente on line è il loro costo di gran lunga inferiore a quello tradizionale, sia per le operazioni che per la facilità di gestione attraverso pc, tablet, smartphone.

 

Scritto da Marco

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *