Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

Scritto da in data 19 gennaio 2014
cambiare batteria scooter e maxi-scooter

Non sapete come cambiare la batteria del vostro scooter e maxi-scooter? In questo articolo cercherò di spiegarvi come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter mostrandovi tutti gli step necessari.

Batteria fuori uso? Non mantiene più la carica? Pensate che sia necessario cambiarla? Di seguito alcune semplici istruzioni che vi consentiranno di sostituire la batteria in pochi minuti.

Cambiare la batteria del vostro scooter o maxi-scooter  è un’operazione semplice e veloce.

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

Ecco le istruzioni da seguire passo dopo passo.

INDIVIDUARE IL PUNTO DI ALOGGIO:  solitamente nei mezzi a due ruote la batteria è collocata nel vano sottosella  o nel tunnel centrale o nello scudo anteriore. Se avete difficoltà potete sempre consultare il libretto di uso e manutenzione che vi indicherà nella pagina dedicata il punto esatto  in cui si trova la batteria.

come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

vano alloggio batteria

TOGLIERE LA PROTEZIONE DALLA BATTERIA: una volta individuata, potete procedere togliendo la protezione che è posizionata sopra la batteria (se presente). A volte è semplicemente agganciata con dei ganci, a volte invece è fissata con delle viti o dei bulloni. Procuratevi quindi un cacciavite o una chiave inglese della giusta misura per rimuovere il coperchio.

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

togliere protezione dalla batteria

SCOLLEGARE I CAVI DALLA BATTERIA: è sicuramente l’operazione che richiede un po’ più di attenzione. Durante lo scollegamento dei cavi ricordatevi sempre che prima occorre togliere il cavo negativo  (di colore nero e indicato con il segno -)  e solo dopo il cavo positivo (di colore rosso e indicato con il segno +).  In questa fase fate attenzione a non far toccare i fili sulla batteria o altri punti metallici: si potrebbero verificare piccole scintille che potrebbero bruciare dei fusibili.

Durante le fasi di scollegamento, potete utilizzare un cacciavite e se necessario una chiave inglese per tener fermo il dado di serraggio presente sui poli.

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

scollegare i cavi dalla batteria – step 1

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

scollegare i cavi dalla batteria – step 2

TOGLIERE LA BATTERIA DALL’ALLOGGIO: tolti i cavi dalla batteria, potete toglierla dal suo alloggio ma prima occorre staccare il tubicino per lo sfiato dei vapori dell’acido (su alcuni maxi-scooter potrebbe non essere presente). Generalmente si trova su uno dei lati corti della batteria.

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

tubo di sfiato dei vapori dell’acido

CONTROLLARE CARATTERISTICHE TECNICHE BATTERIA: prima di acquistare la nuova batteria, controllate sempre i dati tecnici riportati (voltaggio, amperaggio, dimensioni e forma) in modo poi da essere sicuri di acquistare una batteria adatta al vostro mezzo. Più semplicemente potete recarvi  in un autoricambi o in una officina con la vecchia batteria per verificare l’effettiva compatibilità.

Come cambiare la batteria su scooter e maxi-scooter

dati tecnici batteria

MONTAGGIO NUOVA BATTERIA:  prima di montare la nuova batteria, se necessario, pulite l’alloggio da eventuale polvere o sporcizia presente. Una volta posizionata, inserite nuovamente il tubicino dello sfiato dei vapori dell’acido; se non inserito, l’acido potrebbe fuoriuscire e corrodere la plastica ed altri materiali presenti nell’alloggio.

COLLEGARE I CAVI ALLA NUOVA BATTERIA: quando si collega la batteria occorre fissare i cavi seguendo l’ordine inverso della fase di smontaggio, quindi ricordatevi sempre che, in questo caso, prima occorre collegare il cavo positivo (di colore rosso e indicato con il segno +) e solo dopo il cavo negativo  (di colore nero e indicato con il segno -). Anche per la fase di collegamento, fate attenzione ai contatti non desiderati tra i cavi per evitare piccole scintille ed eventuali fusibili bruciati.

METTERE LA PROTEZIONE SULLA BATTERIA: riposizionate la protezione sulla batteria facendo combaciare perfettamente il coperchio alla base in modo da evitare infiltrazioni di acqua o sporcizia. Assicuratevi di aver fissato bene il tutto controllando gli agganci e stringendo bene le viti.

Questo era l’ultimo passaggio, se avete seguito il tutto passo dopo passo, potete accendere il vostro scooter o maxi-scooter.

Scritto da Davide Danieli

Verificatore tecnico ACI-CSAI vetture turismo, formula, GT, prototipi; meccanico come hobby da più di 10 anni; ottima conoscenza della meccanica auto / moto; appassionato di corse automobilistiche e motociclistiche; ottima conoscenza dell'elaborazione dei motori 2T e 4T.

6 Comments

  1. Gigi

    19 gennaio 2014 at 19:55

    Ciao Davide, Il mio scooter è fermo da qualche mese e non parte più, prima di cambiare la batteria mi consigli di ricaricarla?

    • Davide Danieli

      20 gennaio 2014 at 20:49

      Ciao Luigi! Si ti consiglio di provare a caricarla in modo anche da non spendere soldi inutilmente nel caso in cui la batteria fosse ancora ok!Smontala e mettila in carica per almeno 6/7 ore (se non c’è il tubo di sfiato dei vapori, togli i tappini che servono a rabboccare la batteria durante la carica e se necessario, aggiungi acqua distillata per portare l’acido ai giusti livelli). Se una volta rimontata lo scooter fa ancora fatica a partire ma il motorino d’avviamento gira bene e a piena potenza, ti consiglio di smontare la candela e pulirla. Se ancora ci fossero problemi, smonta nuovamente la candela e controlla se arriva la benzina (i getti nella vaschetta del carburatore potrebbero essersi tappati poiché lo scooter è fermo da molto tempo); se l’elettrodo della candela è bagnato con della benzina il carburatore è ok, altrimenti se completamente asciutto, ti consiglio di controllare il carburatore poiché vuol dire che la benzina non arriva (magari specifica che scooter hai per capire così che tipo di alimentazione monta!).Spero di esserti stato utile!

      • Alessandro

        27 gennaio 2015 at 17:45

        Ciao Davide, mi sono imbattuto in questo articolo poiché ho lo scooter fermo da qualche settimana (1 mesetto, mesetto e mezzo circa) e ovviamente non riesco più ad avviarlo, pensavo di acquistare un caricatore/mantenitore di batteria, ma non ho la certezza che mi risolva il problema. Io dispongo di un carica batterie da auto (professionale, quello che si usa in officina per intenderci), ma non ho ancora provato a ricaricare la batteria in quanto non sono riuscito a tirarla fuori dal vano e non ho la più pallida idea di quale sia la procedura di ricarica, in quanto non mi è mai capitato di doverne ricaricare una. Puoi darmi qualche consiglio? Il mio è un Malaguti Madison k400 del 2002. Grazie mille!

        • Sapere Come Fare

          Davide Danieli

          1 febbraio 2015 at 18:56

          Ciao Alessandro, visto che possiedi già un carica batterie, ti consiglio di utilizzare questo in caso di necessità. Ti do un consiglio personale per facilitarti le cose! Se non riesci ad estrarre la batteria dal suo vano, puoi ricaricarla mantenendola collegata (salvo che i morsetti del caricatore entrino nel vano senza problemi di spazio).
          Cominciamo! Prendi il morsetto rosso e lo attacchi al polo positivo della batteria (segno + e color rosso), poi prendi il morsetto nero e lo attacchi al polo negativo della batteria (segno – e color nero). Controlla se ci sono impostazioni sul caricatore da scegliere (tipo 6 o 12V – imposta ovviamente su 12V). Una volta che hai controllato che tutto sia ok ed i morsetti ben attaccati alla batteria poi attaccare a corrente la presa del caricatore (solo dopo mi raccomando!!). Ora è tutto ok! Se utilizzerai lo scooter per un piccolo spostamento ti consiglio di ricaricare la batteria per almeno 8/10 ore, se invece lo utilizzerai spesso e frequentemente, la puoi caricare anche solo per 3 ore, successivamente si ricaricherà grazie all’impianto dello scooter.
          Se i morsetti non entrano nel vano della batteria, devi smontarla (segui le istruzioni di questo articolo) e caricala come ti ho appena spiegato!

  2. Giacomo

    17 giugno 2015 at 13:25

    Ciao Davide mio papà aveva uno scooter da giovane e ora si trova su un campagna dai miei nonni ti volevo chiedere siccome è fermo da parecchi anni come posso fare a farlo ripartire ? Con l accensione elettrica non parte e non sento neanche un piccolo rumore e con la pedali a niente … È meglio che metto sotto carica la batteria e poi pulisco la candela? Basta solo questo?

    • Sapere Come Fare

      Davide Danieli

      19 giugno 2015 at 9:44

      Ciao,

      Se lo scooter é fermo da tanti anni, sicuramente non sarà semplice farlo ripartire.
      Ti consiglio di comprare una batteria nuova (quella attuale non si ricaricherà mai più
      sicuramente), mettere una candela nuova, pulire il filtro dell’aria e smontare completamente il
      carburatore e pulirlo perché sicuramente i getti nella vaschetta saranno sporchi e attappati.
      Se dopo questo ancora non dovesse partire, controlla se arriva corrente e benzina alla candela:
      Smontala e controlla se é bagnata di benzina e appoggiandola al telaio vedi se fa la scintilla.
      Come primo step puoi partire da qui!

      C’è ovviamente da valutare da quanti anni é fermo: Nei casi più estremi si potrebbero incollare
      le fasce del pistone ma se e un motore due tempi un’eventuale rettifica costa circa 60 euro.

      Buon divertimento!

      Davide

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *