Come fare il passaporto

Scritto da in data 7 febbraio 2013
passaporto italiano

Ogni anno migliaia di persone decidono di andare in vacanza all’estero, magari fuori dai confini dell’Unione Europea e puntalmente tutti si pongono la stessa domanda: come fare il passaporto? In questo articolo vi propongo una guida su come fare il passaporto, dove andare per il suo rilascio o rinnovo, sulle tempistiche e sulla sua validità.

Come fare il passaporto: alcune informazioni generali

In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato, da tutte le Questure in Italia e all’estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un nuovo modello di passaporto elettronico costituito da un libretto a 48 pagine. Tale libretto è dotato di un microchip in copertina, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare (dito indice di entrambe le mani). Inoltre, alla pagina 2 del libretto, è presente la firma digitalizzata, ad eccezione delle seguenti categorie:

  • Minori di anni 12;
  • Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà );
  • Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l’apposizione della firma;

In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura “esente” scritta anche in lingua inglese e francese.

Come fare il passaporto: dove andare

La domanda per il rilascio del passaporto deve essere presentata presso uno degli uffici competenti:

  • la Questura
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • la stazione dei Carabinieri
  • Comune di residenza

N.B.: ricordatevi che le impronte digitali possono essere prese solo presso gli Uffici della Polizia di Stato, quindi solo in questura o commissariato.

Una novità introdotta nel 2010 è “Agenda Passaporto” il rivoluzionario servizio online, totalmente gratuito, realizzato dalla Polizia di Stato in collaborazione con l’Istituto poligrafico e zecca dello Stato e il Ministero degli Affari Esteri, che permette di evitare le lunghe attese in questura per la richiesta del passaporto.

Il cittadino con questo servizio può richiedere il passaporto compilando la domanda direttamente sul web, registrandosi sul sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it: il sistema permette di scegliere il luogo (questura o commissariato), il giorno e l’ora per la consegna della documentazione e per la rilevazione delle impronte digitali necessarie per il rilascio del passaporto. Una volta conclusa l’operazione di inserimento dei dati, il programma consente sia di specificare eventuali urgenze nell’avere il documento d’espatrio sia di avere la ricevuta della prenotazione con l’indicazione della documentazione da presentare. Coloro che invece non dispongono di una connessione Internet, possono richiedere la prenotazione online attraverso i comuni di residenza o presso le stazioni dei Carabinieri, portando con sé un documento di riconoscimento e il codice fiscale. Anche dopo aver fissato l’appuntamento è possibile cambiarlo sempre attraverso il sito, annullando quello precedente.

Come fare il passaporto: la documentazione necessaria per il rilascio

Alla domanda è necessario allegare:

  • un documento di identitàvalido (portate con voi, oltre all’originale, anche un fotocopia del documento).
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista deve rimuoverli per la foto). Se dovete recarvi dal fotografo e scattarle appositamente per l’occorrenza, dite che le fototessere vi servono per questo tipo di documento e lui saprà come ritrarvi nel modo corretto. Se invece volete utilizzare foto che avete già nel cassetto dovrete prima accertarvi che siano stampate su carta fotografica, che le dimensioni siano 4 x 4 cm, che il volto sia stato ritratto frontalmente e che gli occhi siano rivolti verso l’obiettivo. Ovviamente la foto non deve essere rovinata nè macchiata e molto importante: niente cheese!
  • 1 contrassegno telematico di € 40,29 per passaporto (da acquistare in una rivendita di valori bollati prima di presentarsi con la documentazione nell’Ufficio che rilascia i passaporti). Dal 1 settembre 2007 il contrassegno sostituisce la marca da bollo e ha una validità di 365 giorni a decorrere dalla data del rilascio del passaporto. Per gli anni successivi la scadenza fa riferimento alla data dell’emissione del passaporto.
  • La ricevuta di pagamento di € 42.50 per il passaporto ordinario.  Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro. La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Vi consiglio di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.
  • Per il rilascio di nuovo passaporto, a causa di deterioramento o scadenza di validità , con la documentazione deve essere consegnato anche il vecchio passaporto.

A questo punto, muniti della domanda compilata in ogni sua parte e della documentazione qui sopra elencata potete recarvi in questura e richiedere il rilascio del passaporto.

Come fare il passaporto: tempi di rilascio

I tempi di rilascio variano da questura a questura. Alcune molto efficienti e funzionali riescono a rilasciare il passaporto in tempi ristretti (da 24 ore a 3-4 giorni al massimo). Altre questure, invece, possono avere delle tempistiche un pò più lunghe. Comunque, data la burocrazia italiana, è sempre meglio richiederlo con un certo anticipo.

Come fare il passaporto: validità

Il passaporto ha una validità temporale di 10 anni. Come già anticipato, se il passaporto è scaduto e si desidera fare il rinnovo, è necessario consegnare quello vecchio in questura.

Come fare il passaporto: altre informazioni importanti

  • Passaporto temporaneo: ricordo che c’è la possibilità di rilascio del cosiddetto “passaporto temporaneo”; si tratta di un vero e proprio documento di viaggio di emergenza con validità ridotta, non superiore ai 12 mesi, che si può ottenere quando il cittadino, ad esempio a causa di fratture ossee, non può farsi prendere le impronte digitali. Il “passaporto temporaneo” non è dotato di microchip e può essere allo stesso modo richiesto anche per i viaggi fuori dall’UE presentando il contrassegno telematico da 40,29 euro. Ulteriori informazioni
  • Passaporto per i minori: dal 26 giungno 2012 l’iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida. Infatti, da questa data, tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale per viaggiare in Europa e all’estero. Comunque i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza del documento stesso. La validità del passaporto per i minori varia in base all’età: per un minore da 0 a 3 anni la validità è triennale, invece, per i minori dai 3 ai 18 anni la validità è quinquennale. Ulteriori informazioni

Ilaria Costa

Scritto da Ilaria Costa

Mi chiamo Ilaria sono laureata in Relazioni Internazionali. Il mio interesse principale è la politica nazionale ed internazionale. Amo scrivere e condividere i miei interessi e le mie conoscenze con gli altri.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *