Come fare un blog, i primi passi da muovere

Scritto da in data 20 Marzo 2015

Anche se la sua nascita risale al lontano 1997, la fama ed il successo dei blog sembra non voler diminuire con il passare del tempo, nonostante l’enorme importanza che i social network hanno assunto negli ultimi anni.

I blog sono dei veri e propri diari virtuali, nati con lo scopo di divulgare informazioni importanti, ma anche semplici aneddoti di vita quotidiana, al pubblico online. In Italia i blog sono esplosi nel periodo compreso tra il 2000 ed il 2007, seguito poi da un periodo di offuscamento dovuto all’esplosione di Facebook e di tutti i social network che conosciamo oggi.

Nonostante ciò, i blog restano sempre sulla cresta dell’onda e sempre più persone scelgono questo mezzo per raccontare notizie, racconti, aneddoti e informazioni utili. Non tutti sanno come fare un blog e da dove iniziare, ma niente problemi: si tratta di un’operazione davvero molto semplice.

Come prima cosa è necessario scegliere una tra le numerose piattaforme online appositamente create per ospitare blog: questi portali offrono spazio web gratuito, templates (ovvero, il “vestito” del blog) e, naturalmente, lo strumento per scrivere ed editare i post, oltre a numerosi altri servizi gratuiti e a pagamento.

 

Una volta effettuata la registrazione inizia la parte divertente di come fare un blog: come prima cosa è fondamentale sapere sin da subito qual è l’argomento sul quale ci si vuole focalizzare, dopodiché si può passare ad un’organizzazione più complessa e articolata che, a seconda dei casi, può prevedere il da farsi su quanti articoli pubblicare a settimana, il registro linguistico da utilizzare nei post, stabilire a quale pubblico ci si vuole rivolgere, suddividere i contenuti in categorie i  modo da facilitare la ricerca delle informazioni agli utenti, collegare il blog ai principali social network e iniziare così a farsi un po’ di pubblicità in giro.

Una delle regole fondamentali su come fare un blog in modo che sia visibile dai motori di ricerca e ben indicizzato, quindi facilmente reperibile dagli internauti, riguarda la scrittura: un blog deve essere scritto bene, ovvero deve essere esente da brutti errori grammaticali e ortografici. In caso di dubbio, si può sempre fare conto sugli strumenti di controllo dell’ortografia che numerose piattaforme mettono a disposizione dei propri utenti.

Scritto da Annarita Capua

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *