Come insegnare la matematica ai bambini

Scritto da in data 3 febbraio 2013
bambini e apprendere matematica

Come insegnare la matematica ai bambini? Insegnare la matematica ai bambini non è una cosa molto semplice. Tale apprendimento si può agevolare facendo approcciare il bambino al mondo della matematica nel modo più giusto e meno “doloroso”. Ecco delle accortezze preliminari che ogni genitore dovrebbe rispettare per avvicinare il proprio figlio alla matematica.
Molti bambini non amano la matematica, può risultare difficile solamente ottenere da loro l’attenzione quando iniziamo a parlare di numeri. La matematica può essere di difficile apprensione anche per gli adulti. Questa problematica ci obbliga ad adottare una metodologia di insegnamento apposita per i bambini. Sapere come insegnare la matematica aiuterà il vostro bambino a superare la sindrome di “Io ODIO la matematica”.

Come insegnare la matematica ai bambini

Insegnare la matematica ai bambini attraverso lezioni in progressione

Quando si insegna la matematica, è importante partire dalle cose basilari, le più semplici. Iniziate con argomenti che si verificano comunemente nella vita del vostro bambino. Alcuni di questi argomenti possono includere colori, dimensioni e forme di oggetti. Iniziate facendo osservare al vostro bambino le caratteristiche dei suoi giocattoli.

Cercate di far capire al vostro bambino che la matematica è tutta intorno a noi. In questo modo, imparerà a sviluppare un maggiore interesse per questo argomento e apprezzare il suo reale valore. Quando sei in macchina con lui, per esempio, giocate a contare gli oggetti in strada, anche associandoli a colori (es: quante auto rosse?).

Uno dei concetti matematici più importanti che i bambini devono imparare è comprende che un numero (ad esempio “1”) sta effettivamente per un determinato numero di oggetti. Si potrebbe introdurre questo concetto attraverso l’utilizzo di cose in casa. Ad esempio, preparare una serie di cucchiai, fagioli, o qualsiasi altra cosa a disposizione per iniziare ad insegnargli che il numero 1 è equivalente a un cucchiaio, mentre il numero 2 a due fagioli e così via. Contare questi oggetti insieme, e poi scrivere la cifra corrispondente che il numero rappresenta può facilitare la comprensione.

Insegnare l’aritmetica di base attraverso esempi concreti

I bambini imparano meglio attraverso esempi concreti. Quando si introduce il concetto di addizione e sottrazione, evitate di concentrarsi sui suoi aspetti simbolici. Evidenziare invece il ragionamento che sta dietro queste operazioni. È un bene utilizzare gli esempi o ancora meglio situazioni vissute che il bambino ha già dovuto risolvere; ad esempio, si potrebbe dire al vostro bambino: “Se ti do due caramelle, e una la dai a papà, quante ne hai in tutto? Utilizzare due o più varianti reali aumentando via via la difficoltà.

Utilizzare il gioco come strumento primario per l’apprendimento della matematica.

Il gioco è il più efficace strumento per l’insegnamento, in quanto fornisce un ambiente autentico per l’apprendimento . Il gioco è una cosa che i bambini naturalmente capiscono e agevola la comprensione. Siate creativi nel pensare a giochi e attività di gioco che mettono in risalto i concetti matematici essenziali.

Favorire un atteggiamento positivo verso la matematica.

Come detto, uno dei più grandi ostacoli verso lo sviluppo di conoscenze matematiche sta proprio nella paura della matematica. Risparmiate il vostro bambino da questa emozione e cercate di insegnare la matematica in un’atmosfera divertente con un sacco di giochi, sostegno e soprattutto incoraggiamento.

Queste sono le prime azioni che si possono fare quando volete che i vostri bambini inizino ad approcciare al mondo della matematica. Ricordate, i bambini sono più o meno come spugne, in quanto sono in fase di sviluppo e possono assorbire informazioni molto facilmente. È saggio partire da una fase di apprendimento iniziale,  insegnando concetti matematici di base.

 

 

Enrico Crocicchia

Scritto da Enrico Crocicchia

Laureato in design, comunicazione visiva e multimediale a La Sapienza di Roma. Mi occupo ormai da anni di SEO, Web marketing e Web analytics, grazie a queste discipline ho trasformato la mia grande passione in lavoro.

Un commento

  1. zil

    13 novembre 2013 at 9:05

    Che ne dite dell’app “Contabosco”? Perfetta per insegnare la matematica ai bimbi… http://youtu.be/tdHgtmepmrI

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *