Memoria anziani: come mantenersi in forma mentalmente

Scritto da in data 28 Febbraio 2013
memoria anziano

Memoria anziani: come mantenersi in forma mentalmente? Ecco una serie di consigliAnziani OggiAnziani Oggi che vi aiuteranno a capire le cause della perdita di memoria negli anziani.

Può capitare a tutti di soffrire di una temporanea perdita di memoria o amnesia, soprattutto dopo i cinquant’anni, per effetto del naturale processo di invecchiamento. In genere ciò non deve destare preoccupazione.
Se invece vi capita di cadere improvvisamente in un grave stato confusionale, di avvertire torpore e o formicolio in una parte del corpo, offuscamento della vista e difficoltà di parola, scarsa mobilità negli arti, è il caso di chiedere l’intervento del medico.
In altri casi la memoria non funziona per motivi psicologici. A volte infatti si vogliono rimuovere ricordi associati a emozioni fortemente spiacevoli. È il caso, per esempio, di persone che hanno vissuto situazioni traumatiche e che, censurando tali esperienze, impediscono ai ricordi di farle riaffiorare. Il ricordo può a volte riaffiorare nei sogni: durante il sonno infatti l’IO (che è il censore delle nostre esperienze) è meno vigile. Anche queste forme di amnesia, se diventano patologiche, necessitano dell’assistenza dello specialista (per esempio, psicologo, psichiatra ecc.).

Memoria anziani: come mantenersi in forma mentalmente

Per trascorrere una vecchiaia serena e vitale, è importante che vi prepariate ad affrontarla per tempo, ben consapevoli che le stimolazioni fisiche e mentali, oltre che essenziali, sono sempre possibili. Ecco alcuni suggerimenti che potrete mettere in pratica aiutandovi con la saggezza dell’esperienza accumulata nel corso della vostra lunga vita:

  • Mantenetevi in sintonia con il mondo esterno partecipando alla vita sociale e familiare tenendovi al corrente degli eventi quotidiani.
  • Tenete attiva la mente con la lettura.
  • Non sottovalutate le vostre possibilità, ma valorizzatele per metterle a frutto in nuove attività (corsi culturali, hobby, università per la terza età) che vi gratificano e stimolano la memoria.
  • Cercate di compensare la memoria a breve termine annotando le cose importanti da fare.

La memoria nell’anziano

Spesso con l’invecchiamento si manifesta una perdita più o meno estesa della memoria, tipicamente dei ricordi recenti. Questo avviene, in primo luogo, perché le cellule del cervello, a differenza di quelle delle altre parti del corpo, muoiono e non si rinnovano più. Inoltre, in età avanzata, la capacità di attenzione diminuisce e quindi la registrazione delle informazioni risulta inefficiente. Ecco perché le persone anziane, mentre sono in grado di ricordare perfettamente eventi accaduti durante la loro infanzia, fanno piuttosto fatica a ricordare episodi legati a esperienze recenti.

Memoria anziani: amnesia

Assistenza anziani

Quando un soggetto fa fatica a rievocare ricordi del passato, o li ricorda ma fa fatica a collocarli nel tempo, oppure alterna momenti di lucidità mentale con altri confusi, o perde contatto con la realtà, si parla di amnesia.
Le cause di questo disturbo sono diversi e vanno diagnosticate da un medico. Una delle più frequenti è dovuta a postumi di traumi cranici o di shock emotivi che intervengono in caso di gravi incidenti.
Quasi sempre le amnesie sono curabili; in alcuni casi, tuttavia, quando il disturbo cessa lascia dietro di sé un vuoto della memoria che generalmente interessa il periodo in cui si è verificata l’incapacità a rievocare.

Leggi anche:
Come migliorare la memoria

Enrico Crocicchia

Scritto da Enrico Crocicchia

Laureato in design, comunicazione visiva e multimediale a La Sapienza di Roma. Mi occupo ormai da anni di SEO, Web marketing e Web analytics, grazie a queste discipline ho trasformato la mia grande passione in lavoro.

Un commento

  1. Maria Sole

    7 Marzo 2014 at 18:07

    Per mantenere il cervello sano è indispensabile tenerlo allenato stimolandolo sempre ad attività nuove e differenti. ho visto che esistono però dei buoni integratori contro l’invecchiamento cerebrale perchè sono del tutto naturali. Io conosco Illumina, un prodotto di Cristalfarma che vendono in farmacia.
    Tra i suoi costituenti c’è la vitamina E, un forte antiossidante.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *