Come dormire bene

Scritto da in data 6 Marzo 2013
dormire bene

Come dormire bene? Avete problemi a prendere sonno? Cercheremo di spiegarvi come dormire bene rispettando delle semplici linee guida. Inoltre sempre per capire come dormire bene cercheremo di illustrarvi quali sono le posizioni che facilitano il sonno e quindi ci permettono di dormire nel miglior modo possibile.

Non esistono formule magiche per capire come dormire bene, ma è possibile quantificare un numero di ore adatto tutti. Ogni individuo ha i propri ritmi, un’ora preferita per andare a dormire e un’altra per svegliarsi. Non dormire la notte non è molto salutare, proprio per questo è importante conoscere le proprie esigenze e rispettarle, avendo ben chiaro che ciò che conta maggiormente non è la quantità di sonno, ma la qualità.

Come migliorare il sonno

Metodi per dormire

Sebbene gli stessi suggerimenti non abbiano la stessa efficacia per tutti, alcuni si dimostrano utili per la maggior parte delle persone che fanno fatica ad addormentarsi.

  • Prima di addormentarvi cercatate di allentare lo stress e la tensione accumulata durante il giorno. Un bagno caldo prima di andare a letto, seguito da una di queste tisane per dormire e dalla lettura di un libro non troppo impegnativo, può essere un buon aiuto.
  • Cercate di andare a letto tutte le sere alla stessa ora e, cosa più importante, alzatevi alla stessa ora tutte le mattine, anche quando avete voglia o tempo di rimanere a letto un po’ più lungo.
  • Non concedetevi pisolini durante il giorno, poiché potrebbero aggravare il problema.
  • Cercate di rilassarti mentalmente, magari andando col pensiero a situazioni piacevoli.
  • Semplici esercizi fisici, ma fatti con costanza possono rivelarsi delle vere e proprie tecniche di rilassamento per dormire e riducono la tensione nervosa, contribuendo a facilitare il sonno e a migliorarne la qualità.
  • La serie di posizioni per dormire bene illustrate nelle prossime immagini possono senz’altro aiutarvi a individuare quella più consona per dormire meglio.

Sonno e alimentazione

Molto spesso, una dieta carente di alcuni principi nutritivi può causare insonnia. Un’alimentazione sana ed equilibrata non solo aiuta a dormire bene, ma vi consente anche di rimanere in perfetta forma fisica e di avere un aspetto gradevole. E non solo! Mangiare in maniera sobria (ma completa di tutti i principi nutritivi quali proteine, zuccheri, grassi, vitamine, sali minerali, acqua), concilia il sonno e, cosa non trascurabile, è utile per prevenire alcune malattie, oggi molto diffuse, quali diabete, pressione arteriosa alta disturbi cardiovascolari ecc. Non si dorme bene dopo un pasto pesante; perciò alla sera consumate un pasto leggero evitando anche di bere troppi liquidi che potrebbero causare frequenti risvegli dovuti a urgenti bisogni fisiologici. Non mangiate cibi (quali frutta secca, fagioli, verdure crude eccetera) che inducono la produzione di gas nello stomaco. Riducete, o meglio eliminate, i cibi grassi poiché mantengono più lungo in attività l’apparato digerente.

Le posizioni che facilitano il sonno

posizioni per dormire

Dormire bene: le posizioni che facilitano il sonno.

L’immagine qui sopra illustra le 7 posizioni che si consiglia di assumere prima di addormentarsi per facilitare il sonno. Tali posizioni possono rivelarsi delle “tecniche per dormire”.

La scelta del cuscino

scelta del cuscino

come scegliere il cuscino per dormire bene

Anche la scelta del cuscino può avere molta importanza se soffrite di insonnia. Per capire lo spessore del vostro cuscino appoggiate il bacino e la schiena al muro; la distanza tra nuca e muro (Spazio A) indicherà l’altezza adatta del cuscino.

Le posizioni sconsigliate

posizioni sbagliate nel letto

posizioni sbagliate per dormire

Nella figura a sinistra il soggetto tiene il naso e la bocca schiacciati contro il cuscino o il materasso. Questa posizione impedisce alla cassa toracica e alle costole di compiere i movimenti opportuni durante la respirazione.

Nella figura a destra il soggetto ha la testa il collo ruotati verso sinistra per poter meglio respirare. Questa posizione, se mantenuta lungo, provoca dolore al collo e alla schiena che possono rendere difficile il sonno.

E voi in quale posizione dormite?

 

 

Enrico Crocicchia

Scritto da Enrico Crocicchia

Laureato in design, comunicazione visiva e multimediale a La Sapienza di Roma. Mi occupo ormai da anni di SEO, Web marketing e Web analytics, grazie a queste discipline ho trasformato la mia grande passione in lavoro.

2 Comments

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *