Come installare java

Scritto da in data 12 Maggio 2013
java

Java è un linguaggio di programmazione e una piattaforma per l’elaborazione di applicativi nato nel 1995 negli uffici della Sun Microsystems (acquisita nel 2010 dalla Oracle Corporation). Java è una tecnologia fortemente affermata sul mercato ed è in esecuzione su oltre 850.000.000 di dispositivi diversi, che spaziano tra PC, terminali mobili, TV e molto altro. In questa guida verrà illustrato come installare java sul proprio calcolatore per poter iniziare a scrivere, compilare ed eseguire i propri applicativi java. Al fine di venire incontro alla maggior parte delle esigenze dettate dalla piattaforma in uso, verrà spiegato come installare java su piattaforma windows7 e linux (ubuntu 13.04).

Prerequisiti per installare java

Per poter installare java è necessario che il calcolatore abbia almeno i seguenti prerequisiti hardware:

Piattaforme a 32 o 64-bit

  • Processore: Pentium 2 266 MHz o maggiori.
  • Memoria su disco: 245 Mb.
  • Memoria centrale: 128 Mb.

JDK

La JDK (Java Development Kit) non è altro che un insieme di strumenti di programmazione che comprende principalmente:

  • Un compilatore (necessario per trasformare codice sorgente in codice eseguibile dal calcolatore).
  • Un JRE (Java Runtime Environment), ossia un ambiente di esecuzione necessario per eseguire applicativi Java, che quindi non dobbiamo scaricare separatamente poichè già compreso nel pacchetto.
  • Un Debugger (jdb).
  • Un insieme di librerie (API di Java) necessarie per programmare in Java.

Come installare java su windows

Prima di entrare nel vivo dell’installazione e configurazione dell’ambiente Java è necessario scaricare la JDK dal sito ufficiale Oracle che possiamo reperire qui. Una volta aperta la pagina relativa al download delle JDK e accettata la licenza d’uso, dobbiamo scegliere il tipo di pacchetto che vogliamo scaricare che sarà un Windows-x86 per sistemi a 32-bit e un Windows-x64 per sistemi a 64 bit.

Scaricato il pacchetto, che nel caso particolare sarà un “.exe”, lo eseguiamo e partirà la procedura guidata di installazione del software come mostra la seguente immagine:

wizard di installazione del JDK

Benvenuto nell’installazione del JDK

Successivamente ci verrà chiesto il percorso in cui installare la JDK che di default è “C:\Program Files\Java\jre7\”, clicchiamo su install e l’installazione della JDK verrà portata a termine con successo.

Installazione avvenuta con successo

Java Development Kit installata con successo

Una volta installata la JDK sul calcolatore è necessario inserire nella variabile d’ambiente Path il percorso alla JDK appena installata, in particolare agli eseguibili. In questo modo il prompt dei comandi sarà a conoscenza dei comandi necessari per compilare ed eseguire applicativi java senza dover ogni volta specificare il path assoluto al comando Java che vogliamo utilizzare.

Ad esempio se non abbiamo modificato la destinazione di default proposta da Oracle per la JDK, dovremmo inserire nella variabile Path la seguente voce: “C:\Program Files\Java\jdk1.7.0_21\bin;” . Notare che ogni voce all’interno di questa variabile è separata da “;” quindi assicuriamoci che la voce appena aggiunta rispetti il pattern.

Fatto ciò possiamo verificare che l’intero sistema Java sia stato correttamente installato e configurato aprendo un prompt dei comandi e digitando:

java -version 

Dovrebbe apparire come risposta al comando la versione Java attualmente installata sul calcolatore come mostra l’immagine sottostante:

 verifica corretta installazione JDK

verifica installazione JDK

Come installare java su linux (ubuntu 13.04)

Come per windows e tutti gli altri sistemi per installare java è necessario reperire la JDK dal sito ufficiale .Una volta aperta la pagina relativa al download delle JDK e accettata la licenza d’uso, dobbiamo scegliere il tipo di pacchetto che vogliamo scaricare che sarà un Linux- x86 per sistemi a 32-bit e un Linux-x64 per sistemi a 64 bit. Dato che siamo su ubuntu(e quindi un sistema Debian-based) dovremmo scaricare i file con estensione “.tar.gz” e non gli “rpm”(che invece sono destinati a RedHat, SuSe e derivati).

Una volta scaricata la JDK (che sarà un file .tar.gz) andiamo a posizionarla nel punto in cui vogliamo installarla e decomprimiamo il file in questione con il seguente comando shell:

tar -zxvf nome_della_JDK.tar.gz 

Naturalmente prima di lanciare il comando dobbiamo posizionarci nel path in cui abbiamo messo il file della nostra JDK in questo modo:

cd /path/alla/JDK/nome_della_JDK.tar.gz 

Una volta estratto il file non dobbiamo far altro che andare a configurare il nostro ambiente(in modo da comunicare al sistema dove andare a reperire la JDK appena estratta) nel seguente modo:

Apriamo una shell e posizioniamoci nel path della nostra home.
Apriamo il file “.bashrc” con un editor di testo:

 gedit .bashrc 

In coda al file inseriamo le seguenti voci:


export JAVA_HOME=/path/alla/JDK/<nome_cartella_JDK>
export PATH=${PATH}:${JAVA_HOME}/bin

Dove “/path/alla/JDK” sarà il percorso alla JDK estratta al punto precedente e <nome_cartella_JDK> sarà il nome della cartella stessa.
Salviamo il file e riavviamo il cumputer.Ora la JDK sarà correttamente installata e configurata sul nostro PC e possiamo verificarlo aprendo il terminale e digitando il seguente comando:

java -version

Ottenendo un output simile al seguente:

calvigionife@calvigionife:~$ java -version
java version &quot;1.7.0_21&quot;
Java(TM) SE Runtime Environment (build 1.7.0_21-b11)
Java HotSpot(TM) 64-Bit Server VM (build 23.21-b01, mixed mode)

Ora sarà possibile scrivere, compilare ed eseguire i propri applicativi Java.Per maggiori dettagli consultare il sito ufficiale della Oracle.

Scritto da Federico Calvigioni

Nutro una grande passione per l'informatica in tutte le sue forme, laureato i ingegneria informatica amo l'arte della programmazione e sono affascinato dai sistemi UNIX, Linux in particolare.

Un commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *