Come vivere in condominio: diritti, doveri e divieti

Scritto da in data 16 Febbraio 2013
condominio

Una semplice guida che vi faciliterà la vita di condominio. Cercheremo di spiegarvi a quali doveri, diritti e soprattutto divieti ogni condomine è legato per mantenere una vita di condominio tranquilla e nel rispetto delle leggi.
Essere proprietari di un’appartamento non significa solo aver risolto il problema della casa, diventato assai complicato, ma anche aver acquisito la capacità di convivere con altre famiglie e di gestire con esse un insieme di cose e di impianti comuni. Stiamo parlando del condominio, parola più facilmente riconducibile a dissensi e a controversie che alla capacità di vivere in modo corretto e nel rispetto delle leggi, all’interno di una comunità. E questo perché i condomini hanno un esagerato concetto dei propri diritti dimenticando, troppo spesso, quali sono i propri doveri e divieti.
Ora, riteniamo che la conoscenza dei propri diritti, ma anche dei doveri e dei divieti cui deve attenersi il condomino, possa essere utile non solo ad evitare le controversie ma anche a gestire in modo intelligente e rilassato i rapporti con gli altri condomini.

Come vivere in condominio: i diritti del condomino

Secondo quanto stabilisce il Codice Civile, il condomino ha il diritto:

  • Di disporre della cosa comune, purché non impedisca gli altri proprietari di farne pari uso e non ne alteri la destinazione;
  • Di concorrere all’amministrazione del condominio;
  • Di usare la cosa comune (questo diritto assume il senso di compossesso);
  • Di rinunciare alla ricostruzione dell’edificio in caso di perimento;
  • Di ottenere il rimborso per eventuali spese urgenti sostenute nell’interesse comune;
  • Di partecipare all’assemblea e di deliberare;
  • Di convocare l’assemblea;
  • Di farsi rappresentare in assemblea.

Come vivere in condominio: i doveri del condomino

Sempre il Codice Civile stabilisce che ciascun condomino è obbligato a:

  • Contribuire alle spese necessarie per il godimento e la conservazione dei beni comuni;
  • Rispettare il decoro sulla cosa comune in ottemperanza ai principi generali della legge e dei regolamenti.

Come vivere in condominio: i divieti del condomino

A parte il divieto, regolamentato dalla legge, di destinare il proprio bene (se il titolo di proprietà non lo consente) ad attività che non siano compatibili con l’interesse comune (per esempio, locare l’immobile a una scuola da ballo, a un partito politico o ad altre attività che possono recare disturbo o compromettere il buon nome dell’edificio), vi sono divieti ascrivibili più alla buona educazione che ha un ambito strettamente giuridico. I divieti più frequenti impongono di:

  • Non effettuare pulizie o provocare rumori in determinati orari;
  • Non sostare sulle scale, sui pianerottoli o in portineria;
  • Non occupare, anche se solo temporaneamente, gli spazi comuni;
  • Non esporre insegne o cartelli;
  • Non depositare nei solai oppure nelle cantine materiali infiammabili o che comunque possano arrecare danni all’intero condominio.

 

Enrico Crocicchia

Scritto da Enrico Crocicchia

Laureato in design, comunicazione visiva e multimediale a La Sapienza di Roma. Mi occupo ormai da anni di SEO, Web marketing e Web analytics, grazie a queste discipline ho trasformato la mia grande passione in lavoro.

7 Comments

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *