Cosa succede se l’erede non paga la quota legittima

Siamo felici di darvi il benvenuto nel nostro blog. In questo articolo, vi guideremo attraverso Cosa succede se l’erede non paga la quota legittima

Il legittimo è una parte dell’eredità che corrisponde a determinati eredi legittimari, come i figli o i genitori del defunto. Nel caso in cui un erede non paghi il suo legittimo, possono sorgere diverse conseguenze legali ed economiche. In questo articolo spieghiamo tutto quello che c’è da sapere.

Cosa è legittimo e chi ne ha diritto?

Il legittimo è una parte dell’eredità che il defunto è obbligato a lasciare a determinati eredi legittimari, come i figli, i genitori o il coniuge vedovo. In Spagna, il legittimo rappresenta la metà dell’eredità se c’è un solo legittimo erede, e due terzi se ce ne sono due o più. Se l’erede non paga il legittimo, gli altri legittimari possono reclamarlo giudizialmente.

Si deve considerare che quella legittima è inalienabile, il che significa che i legittimari non possono rinunciarvi durante la vita del defunto. Inoltre, quello legittimo ha carattere preferenziale rispetto a qualsiasi altro diritto successorio, come i legati o le disposizioni testamentarie.

Quali sono le conseguenze del mancato pagamento di quello legittimo?

Se un erede non paga il suo legittimo, gli altri legittimari possono reclamarlo giudizialmente. In questo caso il giudice può ordinare la vendita dei beni del patrimonio ereditario per soddisfare il legittimo. Inoltre, l’erede inadempiente può incorrere in responsabilità civili e penali.

Cosa succede se l'erede non paga la quota legittima
Potresti essere interessato a  Cosa succede se vinci alla lotteria

Per quanto riguarda la responsabilità civile, l’erede che non paga la sua legittimazione può dover risarcire gli altri legittimari per i danni causati. Ad esempio, se un figlio non paga la sua legge e sua madre deve vendere la sua casa per ottenere i soldi, il figlio potrebbe dover risarcire sua madre per la perdita di proprietà subita.

Per quanto riguarda la responsabilità penale, l’erede che non paga la sua legittimazione può essere imputato di un reato di sequestro dei beni. Questo reato consiste nel nascondere o rubare beni per evitare di pagare un debito.

Per quanto tempo l’erede deve pagare il legittimo?

L’erede ha un termine di trenta giorni dal momento in cui è tenuto a pagare il legittimo. Questo requisito può essere richiesto da qualsiasi altro legittimo erede o dal giudice stesso. Se l’erede non paga entro questo termine, è considerato inadempiente e possono iniziare le azioni legali per rivendicare il legittimo.

Si presenta come importante che il termine di trenta giorni non sia prorogabile e che non sia sospeso per alcun motivo. Pertanto, se l’erede non può pagare entro questo termine, deve cercare alternative per ottenere il denaro, come richiedere un prestito.

Quali opzioni ha l’erede per pagare il legittimo?

Se l’erede non ha i soldi per pagare il suo legittimo, può ricorrere a varie opzioni. Uno di questi è richiedere un prestito a un istituto finanziario. Un’altra opzione è quella di vendere i beni immobiliari che non sono necessari per la sopravvivenza e il mantenimento degli eredi. In ogni caso, è importante che l’erede si rivolga a un legale prima di prendere una decisione, poiché la vendita di alcuni beni può richiedere un’autorizzazione giudiziaria.

Potresti essere interessato a  Cosa succede se non paghi le spese condominiali

Pertanto, il mancato pagamento del legittimo può avere gravi conseguenze legali ed economiche per l’erede moroso. È importante che gli eredi legittimari conoscano i propri diritti e doveri rispetto a quello legittimo e che si rivolgano a un legale in caso di dubbio.

Torna in alto