Cosa succede se supero la potenza contrattata

Siamo felici di accogliervi nel nostro blog. Nel post di oggi, vi presenteremo Cosa succede se supero la potenza contrattata

La potenza contrattata è uno dei dati che dobbiamo tenere in considerazione quando contrattiamo una fornitura di energia elettrica nella nostra casa o azienda. Questo valore indica la quantità massima di energia che possiamo consumare contemporaneamente senza che i cavi saltino. Se superiamo questa potenza, possiamo subire interruzioni di corrente o addirittura sovraccaricare l’impianto. In questo articolo spiegheremo cosa succede se superiamo la potenza contratta.

Come viene calcolata la potenza contrattuale?

Prima di spiegare cosa succede se superiamo la potenza contratta, è importante capire come viene calcolata questa cifra. La potenza contrattata è misurata in kilowatt (kW) e si basa sulla quantità di energia elettrica di cui abbiamo bisogno in casa o in azienda. Per calcolarlo, dobbiamo tenere conto di fattori come il numero di apparecchi elettrici che utilizziamo contemporaneamente, il tipo di illuminazione, riscaldamento, tra gli altri.

Le compagnie elettriche di solito offrono diverse opzioni di alimentazione a contratto per adattarsi alle esigenze di ciascun utente. La scelta della giusta potenza è importante per evitare problemi come interruzioni di corrente e bollette più alte del necessario.

Cosa succede se vado oltre la potenza contratta?

Se superiamo la potenza contratta, è molto probabile che i cavi saltino e si verifichi un’interruzione di corrente. Questo accade perché l’impianto elettrico non può sostenere tanta energia contemporaneamente e si autoprotegge togliendo la corrente. Per recuperare elettricità, dobbiamo scollegare alcuni apparecchi elettrici fino a quando la potenza non torna a rientrare nei limiti contrattuali.

Cosa succede se supero la potenza contrattata
Potresti essere interessato a  Cosa succede se la polizia prende i miei dati

Un altro problema che può verificarsi se superiamo la potenza contratta è che l’impianto elettrico si surriscalda. Se ciò accade, possiamo subire cortocircuiti, scintille e persino incendi. Per questo motivo è importante scegliere la potenza adeguata quando si contratta la fornitura elettrica e non superarla mai.

Cosa posso fare se ho bisogno di più potenza contrattuale?

Se abbiamo bisogno di più potenza contrattuale, possiamo richiedere un aumento alla nostra compagnia elettrica. Per fare questo, dobbiamo contattarli e spiegare le nostre esigenze. È possibile che ci chiedano di effettuare una revisione dell’impianto elettrico per verificare che sia sicuro e adeguato a sostenere una potenza maggiore.

Si ritiene importante che aumentando la potenza contrattata aumenti anche il prezzo della bolletta elettrica. Per questo motivo è consigliabile scegliere fin dall’inizio la potenza giusta in modo da non dover pagare più del necessario.

Come posso risparmiare energia in casa o in azienda?

Un modo per evitare problemi di alimentazione elettrica contratta è risparmiare energia in casa o in azienda. Per farlo, possiamo seguire una serie di consigli come:

  • Utilizzare elettrodomestici a basso consumo energetico.
  • Usa l’illuminazione a LED invece delle lampadine tradizionali.
  • Sfrutta il più possibile la luce naturale.
  • Non lasciare gli apparecchi elettrici in standby.
  • Scollegare i caricabatterie dai dispositivi quando non li utilizziamo.
  • Regola la temperatura del riscaldamento e dell’aria condizionata.
Potresti essere interessato a  Come stirare una camicia

Questi sono solo alcuni esempi di come possiamo risparmiare energia in casa o in azienda. Oltre ad aiutare a evitare problemi di energia elettrica contrattuale, aiuteremo anche a ridurre il nostro consumo di energia e, quindi, la nostra bolletta elettrica.

Torna in alto