Cosa succede se un lavoratore autonomo non emette fattura?

Siamo lieti di accogliervi sul nostro blog. In questo articolo, vi offriremo una panoramica su Cosa succede se un lavoratore autonomo non emette fattura?

Se sei un lavoratore autonomo, è probabile che a un certo punto ti sia posto questa domanda. Cosa succede se non ho entrate e non fatturo nulla? Dovrò ancora pagare le tasse? In questo articolo spieghiamo tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

La prima cosa che devi sapere è che anche se non hai fatturato nulla, è comunque obbligatorio presentare la tua dichiarazione dei redditi in tempo. In altre parole, devi continuare a presentare il modello 303 IVA trimestrale, anche se non hai fatturato nulla. Devi anche presentare il modello 130 per il pagamento della rata trimestrale, anche se non hai un reddito.

Se invece sei un lavoratore autonomo e non fatturi nulla, devi pagare anche la quota di previdenza sociale. Questo perché l’obbligo di pagare il canone non dipende dal fatto che tu abbia avuto o meno un reddito, ma dal fatto che tu sia iscritto come lavoratore autonomo.

Posso annullare l’iscrizione come libero professionista se non fatturo nulla?

Se non hai un reddito da molto tempo e non prevedi di averlo nel prossimo futuro, potresti essere interessato a disiscriverti come lavoratore autonomo per non pagare più il contributo previdenziale. Per fare questo, devi presentare una rinuncia al regime speciale per i lavoratori autonomi in Previdenza Sociale.

Cosa succede se un lavoratore autonomo non emette fattura?
Potresti essere interessato a  Cosa succede se dimentico di rinnovare la richiesta di lavoro

È importante che tu tenga presente che una volta cancellata l’iscrizione come libero professionista, non potrai più emettere fatture né svolgere alcuna attività economica. Se in futuro deciderai di riprendere la tua attività come libero professionista, dovrai registrarti nuovamente e adempiere a tutti i relativi obblighi fiscali e previdenziali.

Posso detrarre le spese se non ho fatturato nulla?

Anche se non hai fatturato nulla, è possibile che tu abbia sostenuto delle spese legate alla tua attività di libero professionista. In questo caso puoi detrarli in conto economico anche se non hai fatturato nulla.

È importante tenere presente che per detrarre le spese è necessario essere in grado di giustificarle con fatture o ticket. Inoltre, devi assicurarti che le spese che andrai a detrarre siano direttamente correlate alla tua attività di libero professionista.

Posso richiedere il rimborso dell’IVA se non ho fatturato nulla?

Se non hai fatturato nulla, è possibile che tu abbia pagato alcune spese in cui è stata addebitata l’IVA corrispondente. In questo caso puoi richiedere il rimborso dell’IVA a patto che tu possa giustificare le spese con fatture o biglietti e purché l’importo da rimborsare sia superiore a 15 euro.

È importante tenere presente che la richiesta di rimborso IVA deve essere presentata entro i primi nove mesi dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese.

Potresti essere interessato a  Cosa succede se vengo licenziato volontariamente?

Panoramica

In questo modo, in quanto lavoratore autonomo, è obbligatorio presentare puntualmente la propria dichiarazione dei redditi anche se non si è fatturato nulla. Devi anche pagare la quota della previdenza sociale anche se non hai reddito. Se non prevedi di avere un reddito nel prossimo futuro, puoi disiscriverti come lavoratore autonomo per non pagare più il canone previdenziale, ma devi tenere presente che non potrai emettere fatture né svolgere attività economiche attività. Se hai sostenuto delle spese, puoi detrarle dal conto economico anche se non hai fatturato nulla. Puoi anche richiedere il rimborso dell’IVA corrispondente alle spese che hai pagato purché tu possa giustificarle con fatture o biglietti.

Torna in alto